martedì 15 gennaio 2008

Settimana anticlericale alla Sapienza: VITTORIA!!!

VITTORIA, VITTORIA, VITTORIA

"A seguito delle ben note vicende di questi giorni in rapporto alla visita del Santo Padre all'Università degli Studi 'La Sapienza', che su invito del Rettore Magnifico avrebbe dovuto verificarsi giovedì 17 gennaio, si è ritenuto opportuno soprassedere all'evento".

L'intolleranza è stata sconfitta. Canossa è vendicata. Sediamoci intorno al fuoco e parliamo della battaglia vinta. Ciascuno di noi deve essere orgoglioso del proprio contributo e del Buon Combattimento. Parliamo con entusiasmo del cammino. Quando racconteremo questa storia, rivestiamo le parole di passione e di romanticismo. Permetteteci anche qualche esagerazione. Una battaglia vinta porta grande onore, ma la guerra non è ancora vinta.

32 commenti:

giotea ha detto...

l'intolleranza è stata sconfitta?
se uno viene invitato a parlare in un posto ma deve rinunciare perchè alcune persone non tollerano la sua presenza misembra che l'intolleranza vinca,
non è questione di fede, scienza o ragione.
è una questione di logica.
e la logica è importante.

giotea ha detto...

dimenticavo, giusto per la cronaca, l'università la sapienza, l'ha fondata un papa.

clericus ha detto...

blog farneticante. all'idiozia non c'è mai fine.

storie di tamarri ha detto...

quoto giotea. negare la libertà d'espressione alle persone è sempre feroce. roba da fascisti. o da comunisti, fate voi.

Anonimo ha detto...

ai lorsignori di sopra da quando la libertà d'espressione diventa OBBLIGO ad ascoltare un ospite indesiderato?? forse qualcuno viene a casa vostra ad obbligarvi ad ascoltare ciò che non volete, altrimenti siete fascisti?? tantopiù quando questo ospite non accetta il contraddittorio, come in ogni democrazia si rispetti, e tantopiù non come ospite di un incontro specifico ma all'inaugurazione dell'anno accademico. quando vedrò che il papa accetterà un dibattito faccia a faccia con persone che lo contestano ok, ma fino ad allora i veri fascisti siete voi clericali.

giotea ha detto...

gentile anonimo, rileggi quello che hai scritto. il papa è stato invitato non ha chiesto lui di intervenire.
voi non avete tollerato la cosa.
è vero o falso. rispondi solo a questo.
non facciamo discorsi generali. parliamo di quello che è successo. è vero o non è vero? che non avete tollerato la sua presenza in università?
ah come dicevano i latini la tua risposta sia sì o no.

sil ha detto...

yessss

sil ha detto...

yessss

Utopia ha detto...

domanda fondamentale: perché è stato invitato?
se la vostra risposta è: solo "perchè uomo di grande cultura", spero abbiate letto almeno tre o quattro delle sue opere teologiche; in caso contrario siete dei buffoni

Se avessero invitato bush all'inaugurazione dell'anno accademico, o putin? cosa avreste detto? e se avessero invitato richard dawkins?
e poi i bigotti clericali hanno la possibilità di ascoltare ratzinger tutti i giorni a tutte le ore in tv . Il problema è che dobbiamo ascoltarlo anche noi atei!

E a proposito di democrazia: ieri sera ed oggi quante volte avranno parlato in tv le persone "contro" la visita di ratzinger? Quasi mai! Questa è la vostra democrazia?

Tommaso ha detto...

perchè sia stato invitato il rettore l'avrà pur spiegato. il punto è che una minoranza giacobina ha ottenuto questa "vittoria della tolleranza" occupando il rettorato. questi pochi e non valorosi hanno imposto all'intera università quello che volevano loro con la violenza. si può anche dire "mi sembra che il tuo invito sia inopportuno, caro rettore" (a proposito, perchè l'anno scorso Barroso sì è quest'anno Ratzinger no?), ma impedire con la violenza che un invito formulato abbia seguito è fascismo. rosso.

e a proposito di democrazia, Cini ieri sera era ospite della berlinguer a primo piano. straparlava, poveretto. non ha ancora capito che non è stato Ratzinger a chiedere di intervenire, ma è stato invitato. se tu avessi seguito la trasmissione, con la berlinguer che non lasciava parlare (letteralmente) buttiglione, avresti capito l'immenso valore del servizio pubblico.

Tommaso ha detto...

a proposito di Canossa, se un imperatore nomina un vescovo, tu come la chiami questa?
aiutino: comincia per "in" e finisce per "gerenza".
e non mi sembra che il buon Gregorio avesse tolto lo scettro a Enrico. lo ha "solo" scomunicato. ma già che per voialtri questa sì che è ingerenza...

Anonimo ha detto...

Quoto il post n°1

Movimento Arancione ha detto...

Caro Utopia, mi rammarico moltissimo della posizione che hai preso su questo argomento, nonchè dei toni che hai usato per sostenerla. Un liberale non può mai permettere che si spenga una voce, anche se dissonante rispetto alle proprie opinioni. Ti ricordo Voltaire, che diceva "odio ciò che dici, ma morirei perchè tu lo possa dire". La tolleranza non ha nulla a che fare con la censura e con l'odio verso chi non la pensa come noi. Io ti invidio per la sicurezza che dimostri quando dici che Dio è solo una stampella psicologica che i deboli usano per affrontare la realtà, ma non riesco a condividerla. Specialmente a seguito dei miei ultimi studi, che mi hanno reso critico nei confronti delle posizioni niciane (che ho sostenuto per anni!).

Francesco

Anonimo ha detto...

FINALMENTE!!! MOLTI GAY O BISEX SI SONO SUICIDATI A CAUSA DELLA CHIESA OPPURE HANNO AVUTO UNA VITA PIENA DI SOFFERENZE PER LA LORO MANCATA ACCETTAZIONE. AVEVO UN COMPAGNO DI ORATORIO EFFEMMINATO CHE VENIVA BOLLATO COME DIVERSO DAGLI STESSI PRETI (E POI IL VANGELO RECITA: NON GIUDICARE...), ADDIRITTURA PER UN MIO COMPAGNO DI SCUOLA GAY ORGANIZZARONO UN'INTERA ASSEMBLEA SCOLASTICA DOVE I PROFESSORI SOSTENEVANO CHE GAY E PEDOFILI SONO LA STESSA COSA. VERGOGNA CHIESA CATTOLICA, HAI FATTO TROPPO MALE, IL TUO CROLLO NON E' LONTANO!!! NON HO TROVATO UN GIORNALE CHE PARLASSE BENE DEGLI STUDENTI DELLA SAPIENZA, MA AD AVERE LO STESSO PENSIERO SIAMO IN TANTI E NON SARANNO CERTO LE TESTATE GIORNALISTICHE A FARCI SENTIRE UN PUGNO DI MOSCHE:.

Utopia ha detto...

@Tommaso:
1) parli di violenza, ma non ho mai sentito alcunché al riguardo. I fischi sarebbero stati violenza? Allora viviamo in un mondo violento;
2) la rai fa pena.
3) ai tempi era cosa normale per l'imperatore nominare i vescovi. D'altronde, chi pensi che eleggesse il papa? le famiglie nobili in lotta tra loro, non certo lo spirito santo.

Utopia ha detto...

@Francesco: non penso che si sia spenta una voce. lo sentiremo tutti i giorni in tv e giornali a partire da domani.

I consigli di lettura sono sempre cosa poco gradita, oltre a non essere seguiti. Ad ogni modo, mi permetto con i classici Durkheim, Kant, Voltaire, Feuerbach. Nietzsche lo conosci già.

Purtroppo le posizioni atee trovano conforto nella corruzione del clero e del popolo cristiano. Penso che ognuno si meriti la gerarchia che ha.

Ad ogni modo, è difficile essere tollerante con i cattolici. Molto difficile.

Per fortuna, Francesco, siamo d'accordo su molte altre cose!

Utopia ha detto...

@anonimo (l'ultimi): la prossima volta scrivi minuscolo, ok? è anche più facile leggerti

Vitaly3referee ha detto...

Vittoria? Forse sì, ma del papa. Ora la Chiesa potrà dire che i cattolici sono perseguitati in Italia, che la scienza abbandona i più elementari precetti etici e morali, ecc, ecc. Appena qualche ricercatore pubblicherà un suo lavoro, verrà criticato dalla chiesa perchè "amorale e contrario ai sani principi, come il mondo accademico in generale, e la recente cacciata del papa ne è la prova" (saranno più o meno queste le parole usate). ragazzi non siamo più negli anni 70, ci sono forme di protesta più efficaci. Se durante il discorso un centinaio di persone si fosse alzato e avesse abbandonato l'aula, la protesta sarebbe stata più efficace.
vabbè, urlate pure alla vittoria

giotea ha detto...

volevo astenermi dal commentare perchè ne ho le palle piene ma di tutte le idiozie scritte qui dentro ce ne sono due che mi fanno sorridere.
tommaso nota argutamente che tirare in ballo canossa è una sciocchezza perchè c'era in ballo una scomunica a un imperatore che nominava i vescovi e utopia fustigatore della chiesa oscurantista medievale e di quella ingerente moderna liquida tutto con un innocente "ai tempi era cosa normale per l'imperatore nominare i vescovi". ah beh! se era normale non vedo cosa avesse il papa da ridire.

l'altra cosa che mi fa ridere è l'anonimo URLANTE che scrive "ADDIRITTURA PER UN MIO COMPAGNO DI SCUOLA GAY ORGANIZZARONO UN'INTERA ASSEMBLEA SCOLASTICA DOVE I PROFESSORI SOSTENEVANO CHE GAY E PEDOFILI SONO LA STESSA COSA" e come logico commento aggiunge "VERGOGNA CHIESA CATTOLICA". gli faccio notare che oggi pioveva. sarà una vendetta delle gerarchie ecclesiastiche.

Tommaso ha detto...

@utopia
solo una cosa perchè oggi mi sono impegnato con me stesso a lavorare e quindi al massimo ma proprio al massimo a stasera...

occupare il rettorato io la chiamerei violenza. punto.

ps: il papa, pensa pure quello che vuoi, non ha soprasseduto per paura dei fischi, ma perchè l'unica incolumità che poteva essere garantita era la sua propria, e c'era il rischio concreto che qualcuno si facesse male.
tommaso

Tommaso ha detto...

aggiuntina:
non è mai successo che il papa fosse eletto da altri che i cardinali. casomai i cardinali a volte avranno anche ascoltato più i potenti della terra che lo Spirito Santo (ma di questo non possiamo sapere), che però - almeno io ne sono convinto - è abituato a scrivere dritto sulle nostre righe storte.
in ogni caso altro è che un cardinale sia influenzato dal potente di turno, altro è che io che sono il governo cinese prendo e mi metto a nominare i vescovi (per esempio). scusa ma se non è ingerenza questa... e se ai tempi era tanto normale, perchè quello si è beccato la scomunica? e soprattutto, perchè si è umiliato perchè gli fosse tolta? probabilmente anche per l'animaccia sua...

Utopia ha detto...

@Tommaso: il rettorato non l'ho occupato io. Certamente non è violenza, perché difficilmente posso credere che avrebbero inflitto un danno fisico ad alcuno.
L'incolumità del papa è fuori discussione: parole di Amato. Ma è cmq ovvio che dei docenti universitari non si sarebbero messi a picchiare il papa, non credi?
i cardinali non solo sono influenzati dai potenti di turno, ma sono potenti di turno (essendo tutti figli di nobili).
La Cina odierna è un discorso molto diverso, non è paragonabile con questo discorso.
La scomunica era un'arma del papa nella lotta papato-impero. Ma sarebbe troppo lungo parlarne qui, servirebbe un saggio dedicato.

Andrea_Teocon ha detto...

voi atei-laicisti mi fate sbellicare.
vi riempite la bocca con "tolleranza", "dialogo", "libertà"... e poi volete impedire a un teologo di accettare l'invito che un'università gli ha fatto?
siete davvero dei grandi ipocriti. noi cattolici l'abbiamo sempre detto, ma grazie ai fatti di questi giorni l'ha capito TUTTA L'ITALIA.

Anonimo ha detto...

Da anonimo rispondo all'anonimo di cui sopra :

"ai lorsignori di sopra da quando la libertà d'espressione diventa OBBLIGO ad ascoltare un ospite indesiderato?? forse qualcuno viene a casa vostra ad obbligarvi ad ascoltare ciò che non volete, altrimenti siete fascisti?? "

quel "casa vostra" è sintomatico dell'intollernza che vi caratterizza : un manipolo di un centinaio di intolleranti si arroga il diritto di avocare la sapienza a "cosa propria" , di cui disporre a piaciamento a scapito delle altre decine di migliaia di studenti che la pensano in maniera diametralmente opposta. Il peggio è che molti dei contestatori nemmeno appartenevano all'università e se il Papa fosse venuto si stavano organizzando pulmann dai centri sociali delle principali città italiane : non solo una minoranza si arroga il diritto di decidere per la maggioranza , ma addirittura una minoranza che con l'università non c'azzecca niente!


"tantopiù quando questo ospite non accetta il contraddittorio, come in ogni democrazia si rispetti, e tantopiù non come ospite di un incontro specifico ma all'inaugurazione dell'anno accademico. quando vedrò che il papa accetterà un dibattito faccia a faccia con persone che lo contestano ok, ma fino ad allora i veri fascisti siete voi clericali."

povero ignorante , se almeno ti informassi prima di parlare sapresti che enorme figura berlina stai facendo. Habermas , Kung , persino Flores D'arcais sono solo alcune delle voci dissidenti con le quali Ratzinger ha dialogato e si è confrontato in dibattiti pubblici e incontri privati. Ma inutile prendersela con i poveretti come te , quando i professori universitari sono i primi a stravolgere discorsi e estrapolare citazioni dal loro contesto.

Anonimo ha detto...

italia e turchia come comportarsi sul papa

turchia
antefatto
1)discorso di ratisbona qualche mese prima
2)interpretazione distorta di una frase fuori da contesto
3)commento su un fatto del 1200 svoltosi con la mentalità del 1200
4)grande casino internazionale fra gli islamici di tutto il mondo

fatto
1) la turchia mantiene ilviaggio del papa
2) salvaguardia la dignità e la sicurezza del Papa
3)le autorità turche religioe e civili dicono educatamente al Pontefice quello che pensano della frase del Pontefice
4)i turchi ascoltano direttamente cosa dice il Papa (senza notizie di 8° mano giornalistica) e scoprono persino che il Papa è uno che prega

risultato?
tutti contenti con le loro idee e la Turchia che ha fatto un figurone di come si accoglie un ospite

italia
antefatto
1)discorso del Papa a Parma 18 anni fa
2)interpretazione distorta di una frase fuori da contesto
3)commento su un fatto del 1400 o 1500 svoltosi con la mentalità del 1400-1500
4)nel mondo chi se lo ricordava questo intervento di 18 anni fa? nessuno o quasi

fatto
1) alla Sapienza fanno un casino delle micro minoranze contro la visita del Papa
2) non si salvaguardia la dignità del Papa
3)il Papa rinuncia ad andare

4)nessuno ascolta il Papa alla Sapienza e nessuno può educatamente dirgli che non è d'accordo sul discorso appena fatto o sulla frase da lui pronunciata 18 anni fa

risultato?
tutti scontenti con le loro idee senza un educato confronto e l'Italia che ha fatto un figura di cacca su come si accoglie un ospite

ognuno giudichi

cosimo a.

ps
non so se ve ne siete accorti

non è la Sapienza che faceva un favore al Papa nel farlo venire
era il Papa che faceva un favore alla Sapienza andando lì e non andando nelle migliaia di Università del mondo che farebbero carte false per averlo come ospite

Peppino ha detto...

@utopia:la fesseria su cardinali figli dei nobili te la potevi risparmiare.

Utopia ha detto...

@peppino: era ovviamente riferito all'intervento precedente. Se non sai che i cardinali ed i vescovi per secoli furono esclusivamente figli di nobili, beh, riapri il sussidiario. Senza offesa, ma mi pare che sia necessaria una conoscenza minima prima di poter scrivere qualcosa su un argomento.

Sarrus ha detto...

Se il Pontefice scomunica qualcuno, o toglie l'abilitazione a un docente di religione perchè insegna una dottrina non ortodossa, è censura o è un'azione legittima? Se sveste un parroco perchè questi si comporta in modo incompatibile con le linee della Chiesa, è censura o è un leggitimo "licenziamento" di un "dipendente"?
Sono certo che i credenti sceglieranno le seconde... e allora perchè se un'istituzione scientifica fa la stessa cosa invece è censura?!? Nessuno ha censurato il papa, si è solo preferito che parlasse altrove.

jherzog ha detto...

@sarrus: "l'istituzione scientifica" non ha fatto un bel niente, lo ha fatto un minoritario manipolo di scalmanati. "l'istituzione scientifica", impersonata dal suo rettore, il papa lo aveva invitato, e il papa aveva gentilmente accettato l'invito.
c'è un solo aggettivo che può definire gli scalmanati di cui sopra, e i loro 67 mandanti:
"clericali". nel senso più becero. Arroganti e supponenti, pretesi padroni di un'università che deve essere elettivo luogo di confronto. invece ne stanno facendo la loro setta.
In questo senso non condivido la posizione di molti che prendono le difese del papa. il quale ha un bisogno relativo di essere difeso. Chi ha bisogno di essere difeso è l'università, ostaggio di una religione laicista che si chiama scientismo.

sarrus ha detto...

@jherzog: a mio parere l'istituzione scientifica è fatta proprio dagli scienziati, oltre che dal rappresentante formale che è il rettore. Possiamo pensarla come vogliamo, ma - permettimi - definire degli uomini di scienza un "manipolo di scalmanati" mi sembra quantomeno fuori misura...

jherzog ha detto...

@sarrus:
"manipolo di scalmanati" sono quelli che di fatto hanno impedito che l'intervento avesse luogo, i sedicenti studenti che hanno occupato il rettorato (mi piacerebbe sapere l'effettiva parte di loro iscritta alla sapienza). riferendomi ai professori ho parlato dei "loro mandanti".
in ogni caso, gli organi accademici serviranno pure a qualcosa. e se il rettore invita qualcuno, alcuni professori dell'ateneo possono anche non essere d'accordo (ma 67 su quante centinaia?), ma allora è come se il Papa invita il gran mufti in vaticano e 67 preti saltano su che non lo vogliono e gli studenti della lateranense occupano S. Pietro per protesta... e tu dici "il Vaticano dice al gran Mufti di starsene a casa".

sarrus ha detto...

ok avevo capito male (anche se secondo me non sono scalmanati nemmeno gli studenti :)...)
Non ho i numeri, però i docenti di Fisica alla Sapienza non saranno poi tantissimi... 67 è assolutamente significativo secondo me.