domenica 23 settembre 2007

Non è da stupidi credere in queste favolette?

Linko volentieri il libro di un collega di Napoli, Calogero Martorana: Il piccolo Ateo. Anticatechismo per ragazzi. Si tratta di un libro leggero, ma molto ricco di contenuti. Presentato in modo semplice e divertente, nasconde al proprio interno secoli di riflessione filosofica. Attenti solo che nessuno vi veda leggendolo... potrebbero bruciarvi al rogo!

Cari bambini, cari ragazzi,

Mi presento: sono Lillo, uno come voi. Beh, forse con qualche anno in più, ma niente di grave.
Io sono ateo.
Molti di voi staranno dicendo: che cavolo significa "sono ateo"?
Essere ateo significa pensare che Dio non esiste. Vi sembra sconvolgente? Siete sorpresi? Sì? Bene!
In questo libricino che ho scritto apposta per voi, vi spiegherò perché ritengo che non esiste Dio e come dovete difendervi dai preti, dai famigliari e dalle persone che invece vogliono per forza farvi credere che esiste Dio, oltre a Gesù, la Madonna, i santi e compagnia bella.

Lo so che un libro così sembra scandaloso, un "peccato", una cosa cattiva. Ma vi assicuro che vi sbagliate. Questo è solo un libro che vi aiuta a capire, ed è pure divertente e piacevole. Perciò...

...Buona lettura!

2 commenti:

pinkaholic ha detto...

non mi sembra una cosa così scandalosa. ognuno è libero di (non)credere in ciò che vuole.

Utopia ha detto...

esatto,ma non tutti la pensano come noi, anzi!
chiedilo a Volontè e ai giornali italiani...